Archive for dicembre 2016

Trollallero

24 dicembre 2016

Eh, già.

Anche i #Troll (nel caso credo M5S) sono fondisti, vengono fuori sulla distanza.

screenshot_776

Primo, visto che non sono morto e neanche un BOT come qualcuno sostiene se vuoi una risposta da me non devi cercarla via twitter ma su plurk o al più qui sul mio blog visto che ad ogni articolo è possibile postare commenti e io, se non sono spam che cancello immediatamente, sono uso rispondere, sempre!

Secondo …

Visto che chiedi, confermo e i fatti mi hanno dato ben ragione.

Gli aumentoni erano becchime per gonzi, avidi, piccoli risparmiatori che di investimenti non ci capiscono un cazzo, e se non ci capisci evita di investire e deposita i soldi in banca materassi che almeno in quella banca nessuno ti propone investimenti non adeguati al tuo #Mifid ,  perché per guadagnare si compera ciò che crolla non certo dopo che il titolo ha già fatto l’aumentone e gli squali che l’hanno pompato, gli unici che ci guadagnano veramente, vendono ai polli che beccano un titolo  che crollerà perché la quotazione era stata artatamente gonfiata (e mi chiedo perché ancora manteniamo in vita e stipendiamo organi di controllo e tutela del mercato e dei risparmiatori visto che pare palese non svolgano i compiti per cui sono profumatamente pagati).

Non sono l’unico a chiedermelo comunque  😀

screenshot_777

Evitate i titoli a cui fanno fare “aumentoni”, sono titoli tossici di cui disfarsi non certo da comperare ed evitate di dare il voto a partiti che usano troll.

Buona domenica e buone feste a quasi tutti #Italieni!

Annunci

AutoDifesa

18 dicembre 2016

Posto che #AGCOM pur debitamente informata della frode penalmente rilevante posta in essere da #H3G meglio nota come 3 (assolutamente comunque da evitare come operatore telefonico) lascia l’azienda de quo libera di continuare a delinquere e pare pure la Magistratura visto che anche la Polizia Postale e delle Comunicazioni è stata debitamente informata…

non resta che ricorrere all’autodifesa.

Visto che si trattava di un testo puramente tecnico mi sono appoggiato ad un sito informatico.

Se volete difendervi da H3G nell’attesa che scada il vincolo che da pirla avete sottoscritto…

imparate ad usare Block-This l’app per Android il cui sviluppatore, su mia intercessione, ha provveduto a modificare per fermare anche le truffe di H3G.

Buona domenica #Italieni!

 

Ballotaggio

12 dicembre 2016

No, non sono i postumi dell’Ictus, sapete che ogni tanto mi diverto a coniare neologismi.

C’è chi si diverte a sparare “titoloni”, io mi diverto a creare cose nuove.

In realtà non è una novità il ballotaggio.

Che i giornali pare siano pieni di “balle” volte all’aggiotaggio sembrerebbe cosa non distante dal reale, prendiamo alcune “notizione”.

screenshot_620

Una balla?

Chissà.

Lasciatemi finire.

Altra “notiziona” fresca fresca.

screenshot_622

Oddio, fresca… a me pareva di averla già scritta addirittura tre mesi fa 😀

screenshot_619

E’ vero, avevo sottovalutato un po’ Amundi ma avevo sopravvalutato l’incasso della vendita di Pekao quindi siamo pari. 😀

Ergo pare che non mi querelino perché la matematica non è una opinione e i miei conti tornano.

Altro che punti sul CET1, per arrivare al CET1 minimo richiesto da #BCE ad #Unicredit servono oltre 40 miliardi macché con un aumento di 13 miliardi siamo a posto.

Pare la fotocopia della saga #MPS quasi un aumento di capitale l’anno per arrivare realmente in pari con il CET1 minimo senza che i polli scappino causa soldi da sborsare in occultati aumenti di capitale troppo “esosi”.

Massì, facciamo un “sacrificione” con questo “aumentone” da 13 miliardi ma poi tutto a posto.

Pinocchiiiii

Lo dissero anche in #MPS.

screenshot_623

Com’è andata a finire lo sappiamo e che servivano in realtà 15 miliardi a #MPS si sapeva da anni.

screenshot_624

Buon sangue #PD non mente.

Anche se a volte pare che alcuni dei suoi membri mentano, ma potrei pure sbagliarmi.  😀

renzi-scorta-agente-322765

Vedete voi se è il caso di mettersi in casa azioni #Unicredit se non ne avete o se le avete di tenervele anziché venderle al meglio finché sono sopravvalutate (in realtà strapompate dai fondi con i vostri TFR).

Buonanotte #Italieni

Banca Materassi

2 dicembre 2016

Alle 10 di giovedì sera il bancomat di uno dei più grandi gruppi italiani in una zona a scarsissimo traffico non può essere vuoto.

Dopo gli scandali le banche ormai non riescono più a truffare i risparmiatori con le obbligazioni.

Ci provano in borsa sfruttando l’avidità dell’italiano medio facendo fare, coi soldi dei vostri TFR affidati ai fondi, aumentoni ad azioni che neanche un cieco comprerebbe tipo #MPS ed #Unicredit.

La carta igienica usata puzza e ormai non sono il solo a dirlo.

Sono alla frutta e allora vogliono impedirci, non è fantasia a Cipro già lo hanno fatto, di prenderci i nostri soldi perché non ne hanno e se non ci impediscono di prenderci i contanti saltano e con loro salterà il loro maggior debitore Lo Stato Italiano che non siamo noi ma sono parassiti che si autodefiniscono “Istituzioni”.

(Ex art. 21 Cost.)

Non sono le famiglie e le piccole imprese quelli che hanno causato il crac del sistema come vogliono far credere.

Il maggior debitore delle banche è lo Stato.

Lessi il report dell’ispezione Bankitalia effettuata nel 2013 in Banca Popolare Etruria e Lazio pubblicato, in quanto informazione rilevante, sul sito di Borsa Italiana nel 2014 ed era senza gli omissis che hanno messo ora per cercare di nascondere la situazione.

Recitava: “Si rileva un eccesso di titoli del debito pubblico in portafoglio ed una insufficiente liquidità. Si consiglia la sospensione della negoziazione degli stessi.”

Hanno bruciato i soldi dei correntisti a loro insaputa per finanziare l’insolvente Stato Italiano, altro che ci sono soldi per tutti come dice colui che ormai è chiaro è un bugiardo incallito.

Ora non possono permettersi che scopriamo che sono senza soldi perché tutti andremmo a vuotare i conti – il limite all’uso di contante vale solo per pagamenti tra privanti non nei rapporti con la banca – e loro non hanno i soldi quindi qualsiasi correntista che si vede rifiutare somme immediatamente liquide ed esigibili può protestare la banca e trascinarla in giudizio.

Non possono chiedere al loro maggior debitore di rientrate. lo Stato Italiano è già contabilmente in fallimento (default)

Quindi?

Quindi passate prima al bancomat e prendete quello che trovate, poi entrate e allo sportello prendete il resto.

I soldi sono i nostri, noi lavoriamo per mangiare.

Che i parassiti che hanno il coraggio di pregiarsi di essere “Istituzioni” vadano a lavorare anche loro per mangiare.

Se non mi credete… paduli vostri.

L’unica banca veramente differente è Banca Materassi.

 

Buongiorno #Italieni!

Aggiornamento 11 dicembre 2016

Dico basta!

E a nome di tutti gli I T A L I A N I

screenshot_610

#MPS l’abbiamo già pagata!

Non dimentico i 3 miliardi di interessi sui #MontiBond che Pier Carlo Padoan, causando un danno all’erario ergo alla nazione e quindi ai cittadini tutti, ha incassato in azioni, anziché pretendere banconote come dovuto,  #MPS con valore a libro 2,05€ e che ora sono carta igienica usata.

NO a salvataggi di Stato!

Paghi chi ha rubato e #Bankitalia pubblichi i report delle ispezioni in chiaro.

Io NON ho debiti con #MPS

IO NON PAGO!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: