Archive for luglio 2016

Legalmente InCapaci?

29 luglio 2016

Voi su twitter ci ridete ma c’è poco da ridere.

Tutti a ricordare gli “spergiuri” di Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan sull’ottima salute delle banche italiane.

Come stanno le banche lo sappiamo.

Monte dei Paschi ha 24 miliardi di crediti problematici certificati a fronte di una capitalizzazione che non arriva a 2 miliardi, Banco Popolare – una delle banche meglio gestite e con i minori problemi – ha 10 miliardi di crediti deteriorati certificati.

Perché c’è poco da ridere?

Perché dichiarare pubblicamente che “Le banche italiane sono sane” quando così non è dovrebbe portare – se lo avessi fatto io lo avrebbero già fatto – quanto meno ad una denuncia per turbativa dei mercati finanziari anche se non sarebbe così fuori luogo neanche l’ipotesi di truffa e soprattutto la violazione dell’articolo 47 della Costituzione.

Tralascio le azioni Poste, valore da bilancio 2014 all’atto della quotazione in borsa 4€ ma piazzate ai risparmiatori con un “supplemento” di 2,50€ e con che battage pubblicitario, il mio codice penale la chiama truffa ma magari io ho una versione non aggiornata.

C’è poco da ridere perché la legge dovrebbe essere uguale per tutti.

Avessi detto io le “cazzate” che hanno detto loro sarei già sotto processo e invece nessuno può farmi niente perché dico la verità

Attenti alle “levitazioni“.

 

Annunci

Cripto Stronzate

14 luglio 2016

Nell’ultimo periodo sento sempre più gente chiedermi di Bitcoin.

All’inizio ci sono rimasto un po’ stupito poi raccogliendo i pezzi, io non mi fermo mai alla superficie, anche stavolta ho ricostruito il puzzle.

Già un dato da solo basterebbe a capire.

Una valuta di un sedicente hacker solitario mai sarebbe stata ammessa a quotazione sul Forex ove vengono trattate le valute di stati sovrani ergo il Bitcoin è stato partorito dai deus ex machina della finanza mondiale.

Un altro campanello suona quando guarda caso scopriamo che è scambiato solo contro il dollaro.

Sarà un caso?

No.

Dal 1971 data di abbandono del gold standard (ovvero non si poteva stampare valuta se non si aveva il corrispondente in oro) gli USA hanno obbligato il mondo a credere che il dollaro, stampato a questo punto allo scoperto, valesse come oro invece è carta straccia.

Ma la finzione del “dollarone” come valuta del mondo iniziava a scricchiolare quindi urgeva una soluzione per non perdere il predominio valutario, ergo economico sul mondo.

Io sono un cretino ma loro hanno soldi e cervelloni da pagare per studiare quindi hanno studiato il pollo globale come io al tempo studiai l’Italiano medio.

Hanno scoperto che il pollo era insofferente alle elite, e ti credo, tu ti fai il culo a sopravvivere e a volte non arrivi a fine mese, come potrebbero starti simpatici paraculi parassiti strapagati delle elite.

E’ nato l’uomo qualunque sedicente hacker che ha creato un algoritmo che genera valuta il sedicente Bitcoin.

Perché sedicente?

Perché il Bitcoin sono in realtà numeri senza alcun valore.

Per avvalorare la sua nascita da una mente popolare senza nessun controllo da parte di autorità centrali prima hanno fatto finta di osteggiarlo dicendo che favoriva la criminalità internazionale, il solito FUD, poi stranamente, è stato ammesso a quotazione sul Forex perché se no erano veramente solo numeri casuali generati ad minchiam perché il Bitcoin è basato solo sulla credulità popolare.

Essendo scambiato contro dollari anziché essere semplice fumo è diventato fumo più spesso.

Perché?

Proprio perché i dollari sono stampati, al bisogno, dalla FED allo scoperto quindi essi stessi non valgono niente.

E allora perché tutti li propongono ai polli come il nuovo miracolo, un investimento di sicuro successo su cui puntare fortune?

Perché il dollaro sta per collassare in quanto basato sul niente e tutti stanno tornando al gold standard  che è l’unica soluzione intelligente e praticabile visto che la crisi globale sta azzerando il valore dei mezzi di produzione quindi chi ha creato il Bitcoin e ci ha buttato dollari che, pur svalutati, hanno ancora un minimo di valore, per far credere che il Bitcoin valesse facendogli fare addirittura “aumentoni” sul dollaro ora vuole rientrare dei soldi investiti probabilmente per dirottare i guadagni sull’oro.

Insomma, come la borsa.

Loro pompano, il pollo becca perché è ignorante e compera, senza collegare il cervello, ciò che sale, loro guadagnano, il pollo prende il padulone.

Quindi?

Quindi sfanculate chi vi propone di investire in Bitcoin.

Secondo voi se il Bitcoin valesse realmente qualcosa Soros avrebbe comperato 267 milioni di dollari di azioni della più grande miniera d’oro del mondo o avrebbe comperato Bitcoin?

Soros ha comperato una miniera d’oro, non Bitcoin.

Soros è uno sveglio, voi è meglio che vi svegliate, e in fretta.

Aggiornamento 15/08/2016

Ma sarà poi proprio vero che i vostri #bitcoin sono a prova di perdita e li avrete sempre con voi?

Pare di no anche se avete un wallet personale sul vostro pc.

screenshot_19

(Fonte: http://truedollarjournal.blogspot.it/2014/02/from-bitcoin-to-shitcoin-in-only-few.html )

E poi pare che i wallet #Bitcoin vista la sostanza di cui gli stessi #Bitcoin sono fatti… fetano :p

letamaio

Update 2017/20/04

To say the plain truth Bitcoin is not a currency it’s not money.

screenshot_4

Then, what else?

Simply!

It’s plain vanilla nothing.

And it’s all other than people’s democratic currency.

With the high fees over each transaction (0,001BTC) regardless if you pay 0,001 or 100BTC (is this “democratic”?) there’s people which make money, a lot of money, over your ignorance and your faith about a “fraud”.

https://www.cryptocoinsnews.com/xapo-bitcoin-security-measures-use-satellites-and-military-bunkers-deep-cold-storage/

Don’t be boob!

Wake up!

Hold on to your real money even if it’s #USD #EUR #JPY don’t waste it buying plain vanilla nothing, buy a plain vanilla icecream instead  😀


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: