Palle non Balle

Tutti ci raccontano che l’Euro è irreversibile, sfruttando in realtà semplicemente l’ignoranza, in quanto l’Euro altro non è che una convenzione di cambio fissata, nel caso dell’Italia, il 28 febbraio 2002.

Insomma, proprio il fatto che si tratti di convenzione di cambio fissa rende possibile in qualsiasi momento il ritorno alle vecchie valute nazionali.

E allora perché ci raccontano che è irreversibile?

Semplicemente perché l’Euro è la base dell’Europa, una Europa inesistente e senza nessun fondamento geopolitico come ho acclarato già con più di un articolo, quindi se salta l’Euro salta l’Europa e con essa le speranze di egemonia degli USA unici che vogliono EU in quanto una sola “valuta” da pilotare rende molto più facile il salvataggio del loro export.

Le valute sono come le azioni quindi basta vendere dollari e comperare euro per alzarne artatamente il valore e mettere in merda i popoli del continente europeo per salvarsi il culo loro.

E oggi gli USA essendo in recessione hanno un estremo bisogno di salvare il loro export prova ne è che il sospirato, da molti, aumento dei tassi USA il 17 settembre 2015 – come avevo comunque già largamente previsto – non c’è stato.

Aumentare i tassi vuol dire rivalutare (far acquisire maggior valore) il dollaro ergo perdere competitività, a causa di una valuta forte, sui mercati internazionali.

E allora perché non sfanculiamo l’euro e torniamo alla lira?

Bisognerebbe poi anche sfanculare USA e NATO, io personalmente sfanculerei anche ONU, ma…

Poi ti chiederebbero di restituire i soldi come fatto con la Grecia.

Una volta il 70% del debito pubblico italiano era in mano a banche italiane poi venne il QE BCE che con la scusa di ridare liquidità a banche con portafogli rigonfi di Titoli del Debito Pubblico per girarlo in credito, cosa non avvenuta, e rilanciare l’economia – cosa vuoi rilanciare in mercati saturi? – hanno stretto il cappio al collo, su ordine degli USA, ai vecchi stati nazionali trasferendo i crediti a BCE.

Non è comunque tutto perduto.

Però…

o ci si fa un culo come una capanna e si rimborsa il debito o si fallisce (default) come Stato quindi dovrai fare con i soldi che hai perché nessuno presta soldi ad un fallito (beh, in reltà la Germania è fallita sette volte dalla seconda guerra mondiale ad oggi ma si guardano bene dal dirlo).

Si verrebbe poi boicottati come è per la Russia (le famose sanzioni) perché o fai come vogliono i capitalisti USA o ti isolano.

Quindi…

quindi ci vogliono le palle!

Gli italiani sono disposti a smettere di fare i fighetti con l’iPhone, l’iPad (che non servono un cazzo, io ho un Elephone P5000 comperato a Shenzen a 149€ e un Acer Aspire One D270 oltre a un PC desktop assemblato da me nel 2004), SUV, Mercedes et similia?

Si può uscire ma sarà dura riprendersi e per i primi anni bisognerà scordarsi week-end e settimane bianche, bisognerà scordarsi il così detto “benessere”.

Vogliamo riprenderci le nostre vite?

L’Italia è da un po’ che è fatta ora bisogna fare gli ITALIANI.

2 Risposte to “Palle non Balle”

  1. Vinco anch’io! No, tu No! | Il Blog del Prof. Massimo Sconvolto Says:

    […] hanno vinto i clown che pare continuino a piacere agli Ita(g)liani perché dall’euro e dall’europa si può uscire e la Gran Bretagna ne è la […]

  2. Il Blog del Prof. Massimo Sconvolto Says:

    […] non sono uno in vista, posso permettermi tutto anche se a qualcuno da parecchio fastidio, ma se la verità ve la mettesse in faccia un politico come la […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: