Archive for ottobre 2011

Elogio della Follia

22 ottobre 2011

No, oggi non parlerò di letteratura ma di follia pura.
La follia di un uomo, Daniele Franco (Chi è), che forse preda del lauto stipendio che gli permette di non avere problemi economici di sorta vorrebbe demolire l’unica cosa realmente positiva posta in essere dal Governo Berlusconi ovvero l’abolizione dell’ICI sulla prima casa.
Non avrei mai pensato ce ne fosse bisogno ma come si fa a considerare un diritto come quello di avere una abitazione un privilegio da tartassare?
Che reddito è avere un’unica abitazione in cui risiede il proprio nucleo famigliare?
Avere un’abitazione genera più costi che redditi, manutenzioni ordinarie, manutenzioni straordinare, che il privato deve accollarsi in toto senza nessuna possibilità di deduzione.
Ora mi spieghi l’illuminato Sig. Franco come fa a dire che la casa di abitazione è un reddito.
Non ne voglio fare una questione politica ma questo Sig. Franco mi sembra un figlio di quella pseudo sinistra che in virtù della tutela di un ormai estinto proletariato riesce a danneggiare anche il suo stesso elettorato.
Vogliamo tassare la casa?
Tassiamo le case degli enti, delle assicurazioni, delle banche, delle sociètà immobiliari ma per favore lasciamo stare chi non ha altro che la casa di abitazione.

Annunci

L’Indebito Addebito

8 ottobre 2011

Onestamente ieri sera credevo di essermi addormentato ben prima di mezzanotte, anzi ne ero certo e dormivo profondamente quando WIND alle 2,23 di mattina mi ha mandato una notifica di addebito, con conseguente decurtazione del credito, di due euro per una connessione internet a loro dire “effettuata” a partire dalla mezzanotte di oggi (8 ottobre 2011).
Ora a parte il fatto che a mezzanotte già dormivo da un pezzo, il telefono per connettermi ad internet non lo uso mai visto che abito in un posto ben raggiunto dalla adsl casalinga e poi avessi almeno uno smartphone.
Ho un vecchio Samsung a conchiglia del 2004 con un display di 172×196 cosa vado in internet a fare con un coso del genere secondo loro??
La presa in giro è doppia, ti addebitano un servizio mai effettuato e per rivedere indietro i tuoi soldi, ammesso che tu li riveda, devi aspettare 48 ore.
Ho parlato con Pasquale, l’operatore del 155, che sembrava essere molto preparato a rispondere alla mia domanda quindi o sta ricevendo una marea di chiamate per lo stesso addebito truffaldino, o WIND che applica, a questo punto scientemente, addebiti indebiti, l’ha formato molto bene perchè Pasquale risponda in maniera impeccabile e senza scomporsi alla tua richiesta di riaccredito; Pasquale onestamente meriterebbe un’assunzione a tempo indeterminato qualora non l’abbia ancora, vista la professionalità.
Ora io mi domando, ‘perchè devo attendere 48 ore per vedermi restituito il maltolto?’
Perchè l’AGCOM che tanto si preoccupa di tutelare strenaumente l’interesse di pochi, detentori dei “diritti” d’autore, non si preoccupa di tutelare l’utente comune non tutelato da nessuna lobby?
L’AGCOM continua a comminare sanzioni agli operatori, quei soldi dove vanno a finire?
Non sarebbe il caso servissero a risarcire utenti che hanno subito soprusi se non vere e proprie truffe da parte degli operatori?
Purtroppo credo che queste domande rimaranno senza risposta, o forse qualcuno risponderà fra trent’anni come per la Strage di Ustica, finchè non si manderà a casa questa classe politica, senza distinzione di colore, e i loro tirapiedi niente cambierà mai in questo paese e l’interesse generale mai verrà tutelato seppellito dall’interesse di pochi collusi con il potere.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: